Oltre il confine – Scenari internazionali e frammenti di storia

Organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Mondo di Libri di Seregno e inserendosi nel festival storico-letterario Voci della Storia, “Oltre il confine” è una rassegna che affronta i temi di storia, economia e politica a livello globale.

Un ciclo di 4 incontri con ospiti illustri, che dialogheranno con il pubblico esponendo la loro conoscenza ed esperienza di storici, giornalisti, accademici o diplomatici. Una rassegna che intende offrire alla cittadinanza un programma culturale di grande valore. A moderare gli incontri sarà Eva Musci, direttrice del festival storico-letterario Voci della Storia.

Il primo appuntamento è con Sergio Romano, che presenterà il nuovo libro “L’epidemia sovranista: origini, fondamenti e pericoli” (Longanesi, 2019) e racconterà le sue personali esperienze, quelle di un importante diplomatico che ha vissuto da protagonista la vita politica e culturale del Novecento. Ambasciatore alla NATO e a Mosca negli anni della Guerra Fredda, Romano è una testimonianza eccezionale della storia del nostro Paese e dei rapporti diplomatici che hanno regolato gli equilibri mondiali fino ai giorni nostri. L’incontro si terrà nell’Aula Consiliare di Villa Mella (via Dante, 38 – Limbiate) alle ore 17.30.

Il secondo incontro (19 gennaio 2020) raccoglierà invece alcuni “frammenti di storia” con la partecipazione di Antonio Caprarica, noto giornalista e scrittore esperto di storia britannica, che presentando il libro “La regina imperatrice” (Sperling & Kupfner, 2019) compone l’affresco di un’Inghilterra ottocentesca e coloniale attraverso il complesso personaggio della Regina Victoria e ne svela i retroscena.

Il terzo incontro (13 febbraio 2020) guarderà “oltre il confine”, precisamente a Est: Gianni Oliva, docente, storico e giornalista, nonché profondo conoscitore della storia d’Italia, affronterà la questione delle Foibe e dell’esodo giuliano-dalmata in una chiave prettamente storica, ricostruendo le vicende di quei giorni in tutte le loro articolazioni politiche, militari e diplomatiche. Un incontro che vuole restituire la voce a quelle stragi cadute parzialmente nell’oblio e promosso dalla Presidenza del Consiglio Comunale in collaborazione con ANPI.

Venerdì 13 marzo 2020 chiuderà questa importante rassegna Alessandro Vanoli, storico, docente e scrittore italiano. Prendendo spunto dal libro “Strade Perdute – Viaggio sentimentale sulle vie che hanno fatto la storia” (Feltrinelli, 2019) l’intervento di Vanoli giocherà proprio sul concetto di confine: affronterà dapprima la storia del muro di Berlino, che per trent’anni ha rappresentato il confine tra due mondi opposti, per poi esporre alcune considerazioni sulla Via della Seta, che svolge un ruolo centrale nei rapporti economico-politici e intende ridimensionare i confini tra Oriente e Occidente.

IN ALLEGATO IL COMUNICATO STAMPA.

Tutti gli incontri sono ad ingresso libero e rappresentano un’occasione unica per dialogare con alcune delle personalità più note ed importanti della cultura italiana. Non mancate!