Autorizzazione Paesaggistica

Dove Presentare la pratica:

Sportello Polifunzionale "Punto Limbiate"
Palazzo Municipale, Via Monte Bianco 2
oppure
all'indirizzo PEC del Comune

Per informazioni:

Ufficio Edilizia Privata ed Urbanistica

Cosa occorre fare per:

Presentare la pratica completa presso il Comune di Limbiate o presso il Parco Groane se l'intervento ricade nel perimetro del parco stesso

L’autorizzazione paesaggistica, regolamentata dal Codice dei Beni Culturali (Dlgs 42/2004), è obbligatoria per interventi in aree soggette a tutela paesaggistica e va richiesta all’ente competente affinché sia accertata la compatibilità paesaggistica dell’intervento (va chiesta al Parco delle Groane per quelle aree ricadenti nel suo perimetro, per gli altri casi va chiesta al comune).

A seconda dell’intervento che s’intraprende sarà possibile ricorrere a tre procedure diverse:
intervento libero: senza obbligo di autorizzazione paesaggistica ma solo richiesta del titolo edilizio (quando serve);
autorizzazione paesaggistica semplificata con modelli unificati e iter procedurale da concludersi entro il termine massimi di 60 giorni;
autorizzazione paesaggistica ordinaria: per interventi significativi e con iter procedurale più lungo (fino ad un massimo di 120 giorni).

I soggetti che intendono effettuare dei lavori, dopo aver verificato il tipo di nullaosta che occorre, devono presentare alle amministrazioni competenti il progetto degli interventi che intendono intraprendere, corredato della prescritta documentazione.

L’autorizzazione è efficace per un periodo di cinque anni, scaduto il quale l’esecuzione dei lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione. Qualora i lavori siano iniziati nel corso del quinquennio di efficacia dell’autorizzazione, possono essere conclusi entro e non oltre l’anno successivo la scadenza del quinquennio medesimo.

L’elenco dei procedimenti di autorizzazione paesaggistica semplificata,  e la relativa modulistica è dettagliata nel DPR 31/2017 dal quale reperire i modelli.

Per la procedura ordinaria si fa riferimento al Dlgs 42/2004 e smi.